“Risotto solidale” a favore delle mense dei poveri di Alessandria e Valenza

  

 

Alessandria, 13 gennaio 2017  -    LIONS CLUB ALESSANDRIA HOST 

    
“Risotto solidale” a favore delle mense dei poveri di Alessandria e Valenza è l’iniziativa promossa dal Lions Alessandria Host, presieduto da Eleonora Poggio, che ha coinvolto anche l’Inner  Wheel  Alessandria presidente Luisa Villa Zanchetta,  organizzata grazie alla generosità dell’azienda Riso Gallo e del suo managing director   sesta generazione della Riso Gallo, Emanuele Preve, relatore della serata.

2.000 porzioni di risotto Gallo già pronto, saranno donate, nei prossimi giorni, complessivamente sia alla mensa dei frati cappuccini- intervenuto Frate Luigi alla serata per ringraziare personalmente - che per gli indigenti che si rivolgono alla Cattedrale di Alessandria e alle parrocchie di via San Lorenzo e di via Alessandro III ad Alessandria,  oltre che alla San Vincenzo di Valenza che assiste oltre 300 famiglie.

Questo evento – precisa Eleonora Poggio - è realizzato nell'ambito della campagna "Alleviare la Fame", una campagna mondiale lanciata dai Lions per i mesi di dicembre e gennaio, focalizzata sui problemi della fame e malnutrizione, che rappresenta una delle quattro sfide internazionali del nostro centenario.  Ovunque i Lions condividono l'idea comune che la “comunità è quello che noi creiamo.” Con  la campagna "Alleviare la Fame", ci proponiamo di  combattere la fame all’interno della nostra comunità e di sensibilizzare la collettività riguardo a questo problema mondiale, infatti oltre un miliardo di persone al mondo non dispongono della quantità di cibo necessaria alla loro salute. Alleviare la fame e farlo con il riso, che rappresenta il prodotto maggiormente consumato al mondo, è stato possibile grazie alla sensibilità di Emanuele Preve che ringrazio di cuore. Una manifestazione di stima e di umanita’ profonda.

La serata, non una semplice conviviale, ma un vero e proprio evento culinario, prevedeva la degustazione di tre tipologie di risotti cucinati dallo chef stellato Andrea Ribaldone su ricette scelte dalla guida I RISOTTI prodotta dalla Gallo e una votazione da parte di tutti i presenti soggetta al giudizio finale di una giuria composta per l’occasione da Luigi Buzzi, presidente di Confindustria Alessandria, Barbara Paglieri presidente e amministratore delegato della Paglieri Spa e presidente comitato imprenditoria femminile CCIA e dal giornalista enogastronomico di Rai Radio1, Daniel Della Seta.

A riscuotere la preferenza e aggiudicarsi l’edizione zero di “Un chicco bianco per alleviare la fame” è stato il risotto alla parmigiana con fondo di vitello, una ricetta classica piemontese che ha messo d’accordo pubblico e giuria con 54 voti, seguito dal risotto con zucca e amaretti con 20 voti e dal risotto con gamberi e curry con 4 voti, tutti rigorosamente cucinati con riso Gallo Carnaroli gran riserva.

Molto interessante e applaudito, la relazione di Emanuele Preve che ha illustrato con immagini e filmati 160 anni di storia della riso Gallo, una azienda giunta alla sesta generazione, nata a Genova nel 1856, con oltre 110 milioni di fatturato. Mission della Gallo è diffondere la cultura del riso e dei risotti a livello internazionale: ad oggi sono oltre 100 i ristoranti in tutto il mondo che cucinano il riso Gallo e le loro ricette sono raccolte nel libro Risotti – giunta alla decima edizione- che Emanuele Preve ha donato al Lions in numerose copie per poter realizzare un altro service benefico.

Eleonora Poggio, presidente del Club Lions, ha invece donato a Preve il leoncino simbolo del Lions e, a lui, cosi come ai componenti della giuria, in ricordo della serata, un cucchiaio da riso personalizzato.

Grazie di cuore a Emanuele Preve, Daniel Della Seta, Luigi Buzzi e Barbara Paglieri per aver accettato di far parte della Giuria ed essersi uniti a Noi! E grazie a tutti i presenti per aver gremito nuovamente questa sala, insieme all’Inner Wheel, dimostrando solidarieta’ e appoggio per le iniziative! Ma c’è molto da fare nel territorio in cui operiamo ancora - conclude Eleonora Poggio – quindi dobbiamo proseguire nel nostro impegno, attivarci per i prossimi service, essere a disposizione di chi ha bisogno, anche e soprattutto in questo anno del centenario della costituzione del Lions International. Grazie!

Un altro bell’esempio di solidarietà nel rispetto del motto We Serve.

Lions Clubs International è l'organizzazione di club di service più grande al mondo, con 1,35 milioni di soci distribuiti in circa 46.000 club, diffusi in 206 paesi e aree geografiche. Dal 1917, i Lions Clubs hanno aiutato i non-vedenti e le persone con problemi alla vista e si sono dedicati alla salvaguardia della vista e al service comunitario in tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni su Lions Clubs International, visitate il sito Web all'indirizzo:www.lionsclubs.org.